Questo sito utilizza i cookie. I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dai nostri siti Web, consentono la memorizzazione delle preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web. E’ possibile trovare maggiori informazioni sui cookie, su come controllarne l’abilitazione e negare il consenso con le impostazioni del browser cliccando qui.
La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

La nostra Storia

L’ONPI (Opera Nazionale Pensionati d’Italia), ente sorto per costruire e gestire case di riposo per pensionati INPS, intorno alla metà degli anni 70, portava a termine i lavori di costruzione dell’immobile destinato a Casa Albergo in L’Aquila, con una disponibilità iniziale di 300 posti letto per anziani autosufficienti. esteso su una superficie complessiva di mq 14.000 ed è circondato da un parco giardino di un’estensione di mq 30.000 circa.
Gli anziani, provenienti da ogni parte d’Italia, per essere ammessi dovevano essere titolari di pensione INPS, non disporre di redditi alti, essere di buona condotta civile e morale, essere fisicamente autosufficienti e non presentare infermità che richiedessero assistenza e cure.
In seguito alla soppressione dell’ONPI, la Casa Albergo passava prima alla Regione Abruzzo e poi, dal 1997, al Comune di L’Aquila. Successivamente la struttura ex ONPI a seguito di autorizzazione provvisoria del Comune dell’Aquila per numero 80 posti letto per anziani autosufficienti, nel maggio 2003, la struttura denominata Casa Albergo ex ONPI, avviava la sua attività per accogliere ospiti ultrasessantacinquenni autosufficienti. Nell’anno 2005, previa autorizzazione della Regione Abruzzo la struttura veniva accreditata per l’erogazione di prestazioni sanitarie connesse con quelle socio-assistenziali per numero 40 posti letto destinati a persone anziane non autosufficienti.
Come noto, i tragici eventi sismici, che hanno interessato la Città dell’Aquila ed il suo comprensorio il 6 aprile 2009, hanno gravemente danneggiato l’immobile “Ex ONPI”, rendendolo da subito inagibile con la conseguente immediata evacuazione dei circa 60 ospiti della omonima Residenza Assistenziale per Anziani ed il successivo trasferimento dei 39 utenti, ivi presenti e non ripresi in carico dai rispettivi nuclei familiari di appartenenza, presso la RSA “S. Camillo” di Sora (FR), struttura appositamente individuata in pari data all’esito di una complessa attività di  concerto con i referenti della Di.Coma.C e con le Autorità competenti.
All’esito delle relative opere di adeguamento ai sensi della Legge n. 32/2007 e dei Manuali di Autorizzazione ed Accreditamento, nonché dei lavori di riparazione dai danni post sisma, il 12 luglio 2013, sono stati riconsegnati dalla ditta esecutrice dei lavori di riparazione  il Corpo C  della Struttura, destinato alla degenza di n. 40 persone anziane non autosufficienti, nonché i locali destinati ad ambulatorio medico ed infermeria ed a palestra, gli ambienti comuni, le aree di ristorazione, oltre  la camera ardente ed ogni altro ambiente ex lege previsto, risultando, invece, tuttora in itinere le opere di ripristino delle restanti porzioni immobiliari, nel rispetto del relativo cronoprogramma dei lavori.
Nel quadro istituzionale e normativo regionale, la Residenza per anziani ex ONPI si configura come RAA (Residenza Assistenziale Anziani ) finalizzata all’accoglienza, al mantenimento e/o recupero dell’autonomia residua di anziani non autosufficienti, caratterizzata da intensità assistenziale estensiva e media/alta complessità organizzativa.

Struttura Organizzativa

ORGANIGRAMMA DELL’ISTITUZIONE CENTRO SERVIZI PER ANZIANI

(aggiornamento: 14 settembre 2018)



CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente Dott.ssa Daniela Bafile

Consigliere Rag. Ernesto Placidi

Consigliere Dott.ssa Laura Cococcetta



U.O.C. Amministrativa/Contabile/Tecnica

Direttore Dott. Fabrizio Giannangeli

Responsabile Ufficio Ragioneria e Bilancio Dott.ssa Mariangela Gianvincenzo

 

Rag. Rita Zaccagno

Rag. Paola Contento

Sig.ra Mirella Di Pietro

P.I. Carlo Fracassi



U.O.C. Sociale

Ass. Soc. Dott.ssa Maddalena Iavolato

Ass. Soc. Dott.ssa Assunta Sivo



U.O.C. Sanitaria

Medico di Struttura e Coordinatore Dott.ssa Anna Calvarese

Medico Geriatra Dott.ssa Nicoletta Di Gregorio

Psicologo Dott.ssa Marina Scipione


 

 

 

Soggiorni Climatici

SERVIZIO SOGGIORNI CLIMATICI

 

CARATTERISTICHE DEI SOGGIORNI CLIMATICI

L'Istituzione Centro Servizi per Anziani del Comune di L'Aquila organizza due soggiorni climatici all'anno, della durata di due settimane ciascuno, per circa 50 persone per ogni soggiorno, come di seguito:
•  1 soggiorno termale, nel periodo di maggio - giugno;
•  1 soggiorno marino, nel mese di settembre.

Sino ad oggi, i soggiorni termali si sono svolti nella località di Chianciano Terme, mentre i soggiorni marini nelle località di Gabicce e Riccione.
Tra il mese di marzo ed il mese di aprile viene pubblicato il bando per la partecipazione ai soggiorni. Il bando contiene le modalità di accesso ed i termini per la presentazione delle domande.
Il bando viene affisso in luoghi pubblici, nonché all'albo pretorio dell'Istituzione Centro Servizi per Anziani del Comune di L'Aquila. Verrà altresì pubblicato sul sito dell'Istituzione.

La quota di partecipazione alla spesa dipende dalla situazione reddituale - patrimoniale dell'utente alla luce della dichiarazione ISEE (indicatore della situazione economica equivalente).
L'accesso ai soggiorni è disciplinato da un apposito regolamento.

 

OBIETTIVI

I soggiorni climatici si prefiggono lo scopo di:
•  favorire la socializzazione;
•  concorrere a conservare le relazioni sociali;
•  offrire contesti di vacanza e cure (marino termale).

 

DESTINATARI

Anziani ultrasessantacinquenni autosufficienti, residenti nel territorio del comune di L'Aquila.